numero verde
cerca servizi nel tuo comune
contatti

I servizi nel tuo comune

Chiama il numero verde 800 584 268 (dal Lunedi al Venerdi, dalle 9.00 - alle 13.00) per avere informazioni sulla raccolta rifiuti del tuo Comune.

Vi ricordiamo che il successo della raccolta differenziata dipende da ogni cittadino!!

Vi raccomandiamo di consultare la pagina relativa alla raccolta differenziata per ulteriori dettagli.

Alcuni esempi di COME DIFFERENZIARE

Umido

  • Avanzi e scarti di cibo
  • Frutta e verdura
  • Avanzi di carne/ossa/pesce
  • Farinacei in genere
  • Filtri di thè
  • Fondi di caffè
  • Gusci di uova
  • Pane, pasta, riso
  • Fiori recisi (in piccole quantità)
  • Fazzoletti e salviette in carta
  • Ceneri spente (all'interno di buste)
  • lettiere di animali
  • Sfalci di erba (in piccole quantità)

Carta e Cartone

  • Imballaggi in cartone ondulato
  • Scatole in carta per biscotti, alimenti ecc
  • Confezioni in cartoncino per pasta, brioches, riso ecc
  • Scatole per scarpe, detersivi ecc
  • Sacchetti in carta puliti
  • Cartoncini
  • Agende, calendari, riviste, giornali, libri, quaderni ecc
  • Pieghevoli pubblicitari
  • Contenitori per pizza (senza residui)
  • Scatole e confezioni di cartoncino leggero (es. scatole della pasta), imballi di cartone, cartone ondulato, carta da pacchi, il tutto piegato e compattato.

Plastica

  • Bottiglie in plastica (opportunamente schiacciate)
  • Cassette in plastica per frutta o verdura
  • Confezioni in plastica per uova
  • Contenitori in plastica (shampoo, detersivi, detergenti liquidi, surgelati, carni ecc)
  • Sacchetti della spesa in plastica

Vetro

  • Bottiglie di vetro bianche o colorate, barattoli, flaconi e vasetti in vetro, meglio se puliti. Dalle bottiglie vanno tolti i tappi in metallo.

Alluminio

  • Lattine in alluminio per bibite
  • Latte in metallo (thè, caffè, tonno, pelati, olio ecc)
  • Carta Stagnola

Secco

  • Bicchieri dello yogurt
  • Confezioni e vaschette di polistirolo per frutta e verdura
  • Vasi in plastica (vuoti) per fiori
  • Tetrapack, Tetrabrick (bevande, latte, succhi di frutta, vino ecc)
  • Attaccapanni
  • Bacinelle, secchi, palette
  • Calze in nylon
  • Carta plastificata
  • Carta sporca da solventi e vernici
  • Cosmetici e cotton-fioc
  • Piatti, posate e bicchieri in plastica
  • Lamette usa e getta
  • Lampadine ad incandescenza
  • Musicassette, cd, videocassette
  • Nastri adesivi, negativi fotografici
  • Pennarelli e penne consumate
  • Pagliette abrasive
  • Pannolini
  • Sacchetti da aspirapolvere
  • Tubetti di dentifricio e simili
  • Guanti, borse, valigie
  • Scarpe e stracci inutilizzati
  • Spazzole e spazzolini da denti
  • Spugne in genere
  • Piatti e tazzine da caffè in ceramica
  • Pettini, sapone, saponette
  • Occhiali, giocattoli, accendini

Ex RUP

  • Pile esauste
    Le pile esauste contengono sostanze tossiche altamente inquinanti a concentrazioni elevate (mercurio, cadmio, nichel, piombo). Pile a stilo, micropile, pile piatte, pile argento, pile a torcia e tutte le pile esauste e le batterie alcaline, al nichelmetallidrato, ecc. vanno conferite sfuse e prive di qualsiasi altro materiale o involucro.
  • Farmaci Scaduti
    Si possono conferire tutti i medicinali scaduti, sia in confezioni di cartone che in flaconi di vetro (sciroppi, fiale per iniezioni) o in tubetto (pomate), compresse e disinfettanti.
  • T e/o F
    Appartengono a questo gruppo molti prodotti di uso quotidiano come solventi, vernici, colori che richiedono cautela nell'utilizzo e nella conservazione. Per riconoscerli è sufficiente controllare le lettere ed i simboli messi in evidenza sulle etichette dei contenitori come la fiamma, il teschio o la X. I contenitori anche se vuoti vanno comunque considerati rifiuti pericolosi e trattati come tali.
  • Rifiuti etichettati T
    Sono rifiuti altamente tossici.
  • Rifiuti etichettati F
    Sono rifiuti altamente infiammabili.

RAEE

Con la sigla RAEE (Rifiuti Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche) si intendono quei rifiuti che derivano dalla dismissione delle apparecchiature elettriche ed elettroniche. Ne sono un esempio frigoriferi, televisori, forni a microonde, computer ecc. Il Decreto legislativo 151 del 2005 impone ai distributori di assicurare, al momento della fornitura di una nuova apparecchiatura elettrica destinata ad un nucleo domestico, il ritiro gratuito, di uno contro uno della apparecchiatura usata. In particolare,l'entrata in vigore del Decreto Ministeriale n° 65 dell'8 marzo 2010, cosiddetto «Decreto Semplificazioni», o «Uno Contro Uno», consente - a partire dal 18 giugno 2010 - al cittadino che acquista una nuova apparecchiatura elettronica di lasciare al negoziante quella vecchia. Il ritiro da parte dei commercianti è obbligatorio e gratuito presso il punto vendita e potrà avvenire solo se l'apparecchiatura acquistata è della stessa tipologia di quella consegnata.

Ingombranti

Divani, poltrone, mobili, lavatrici, lavastoviglie, sedie, tavoli, condizionatori, tv, monitor, materassi ecc.